Blog Detail

http://www.d5news.com/trucchi-seo/aggiornare-la-data-di-pubblicazione-per-essere-primi-su-google/

Meglio posizionare su Google una pagina o una categoria?

28 Nov 16
admin

No Comments

Abbiamo più volte affrontato l’argomento, importantissimo, del posizionamento di un contenuto su Google. La tecnica certamente migliore è quella di realizzare un contenuto cornerstone, che qualcuno chiama pagina business, da posizionare in maniera strategica all’interno del sito. Il tutto attraverso la realizzazione di un contenuto il più completo possibile, qualitativamente e quantitativamente, raggiungibile facilmente e con pochi clic da qualunque pagina del sito, spinto in maniera adeguata da una struttura di link ragionata ed efficace.

In generale come anche gli amici di Yoast ci suggeriscono (e possiamo confermare che hanno ragione) la cosa migliore da fare è realizzare un contenuto cornerstone che sia una pagina. Il motivo è facilmente intuibile: Google rileva l’articolo come un contenuto che ha una data e quindi una precisa collocazione nel tempo. Lo associa più a una notizia, dandogli meno valore nel tempo. La pagina invece non ha data e non ha tempo, e dunque viene considerata come una guida e come un contenuto affidabile che merita di restare in alto molto più a lungo. Anche la pagina va aggiornata dal punto di vista del contenuto e della data, ma di questo ci siamo occupati in un altro articolo.

Posizionare un tag o una categoria

In questo articolo invece vorremo soffermarci sull’opportunità, talvolta, di non posizionare per una determinata parola chiave una pagina bensì un tag o una categoria. E’ il caso ad esempio di quando vogliamo posizionare una parola chiave fortemente correlata a notizie. Pensiamo ad esempio a un sito che vuole essere posizionato più in alto possibile con la parola chiave “calciomercato Milan”. E’ evidente che realizzare una pagina posizionata in alto con un contenuto simile ha poco senso. Il traffico arriverà comunque, ma sarebbe un po’ come prendere in giro i lettori. Perchè chi cerca una keyword simile non vuole certo un saggio sul calciomercato del Milan, quanto notizie fresche. In questo senso, se il sito ne produce, è senz’altro meglio provare a posizionare una categoria o un tag. Che sarà sempre fresco e aggiornato, dando al lettore esattamente ciò che cerca.

Per essere primi su Google bisogna essere onesti

Per coniugare contenuti e contenuto, potete arricchire la categoria di una porzione di testo introduttiva, che dia così sia una cosa che l’altra. Ricordatevi sempre che per essere primi su Google bisogna essere innanzitutto onesti, provando a mettersi dalla parte del lettore. Google se ne accorge se diamo ciò che gli utenti cercano o se non soddisfiamo le loro esigenze.

Ti è piaciuto l'articolo?
Valutazione
[Total: 0 Average: 0]

Leave A Comment