Spesso si sottovalutano le differenze, sottili e apparentemente poco importanti, che ci sono nelle opzioni di siti web realizzati con WordPress o strumenti simili. Tra chi non è professionista del settore seo, ma purtroppo anche tra chi lo è, spesso non manca chi non conosce la differenza tra categoria e tag, o tra post e pagina. Certamente tutti conoscono la differenza a livello concettuale, ma quale impatto può avere sulla seo la scelta di una o altra opzione, è materia spesso oscura.

Chi la ignora non sa di fare un danno al suo lavoro, che potrebbe essere ampiamente facilitato da scelte oculate. Di tag e categorie abbiamo già parlato in altre occasioni. Oggi ci vogliamo soffermare tra la differenza tra post e pagine. Nella gran parte dei siti, le pagine sono riservate alla redazione, ai contatti o ad altre sezioni informative statiche che poco o nulla hanno a che fare con la qualità contenutistica del sito e quindi con il posizionamento sui motori di ricerca. Essere primi su Google non è certo una scienza esatta, ma come in tutti gli ambiti professionali, si possono fare le cose più o meno bene. Sapere come dosare post e pagine è una di queste conoscenze dalle quali non si può prescindere. Dell’importanza delle pagine in un’ottimizzazione seo improntata sul concetto di cornerstone abbiamo già parlato.

Ma siamo così sicuri che quando aggiungiamo un contenuto al nostro siti dobbiamo scegliere un post (articolo) e non una pagina? Se abbiamo un sito di notizie probabilmente è la scelta più corretta da fare. Ma se abbiamo un sito verticale di guide e articoli informativi che non hanno una scadenza, scegliere il formato post ci premia dal punto di vista seo? nella gran parte delle strutture degli articoli, a cominciare dal permalink per finire con le informazioni in page e off page, ci sono riferimenti alle date. Se abbiamo un sito di guide in ambito tecnologico ( e facciamo articoli del tipo “come configurare un client di posta elettronica“) o di salute (e scriviamo articoli su “come dimagrire velocemente la pancia“) è probabile che una pagina abbia più forza seo di un articolo. Perchè Google inevitabilmente vede un articolo come qualcosa di passeggero, di valido nei giorni in cui è stato scritto ma che perde affidabilità con il passare del tempo.

Comprensibile che un articolo datato 2012 non sia considerato più molto sicuro da Google nel 2017. Vale lo stesso per il lettore: quanti di voi evitano di aprire articoli che spiegano come fare una cosa datati 5 anni fa? Un post invece è come un diamante, è per sempre. A patto che abbiate la serietà di aggiornare le informazioni ogni volta che è necessario, togliendo e aggiungendo, in modo da dare sempre informazioni valide. Questo a Google piacerà molto. E allora se non hai un sito di notizie, hai mai pensato di usare solo le pagine? Il sasso nello stagno è stato lanciato, se vuoi sapere come fare a trasformare i tuoi vecchi post in pagine contattaci pure.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *