Aggiornare la data di pubblicazione per essere primi su Google

Aggiornare i contenuti per migliorare il posizionamento su Google

Non è detto che ogni giorno si abbia qualcosa di nuovo da scrivere, post da aggiungere al proprio sito o pagine per arricchire le informazioni disponibili. Abbiamo spiegato più volte quanto sia importante che un sito web venga aggiornato costantemente, indicando in uno al giorno dal lunedì al venerdì la quantità minima per essere certi di godere nel tempo di una buona considerazione da parte di Google, cosa che spingerà lo spider a farci visita con regolarità, aggiornando così i nostri contenuti, l’indicizzazione e il posizionamento.

Non è però questa l’unica pratica importante dal punto di vista dell’ottimizzazione seo da tenere presente per convincere Google che i nostri contenuti siano migliori di quelli degli altri e che il nostro sito meriti di essere primo sui motori di ricerca. Una cosa che piace da impazzire a Google (non perchè sia pazzo, ma perchè è ciò che ogni lettore vorrebbe dal proprio sito di fiducia, soprattutto se contiene informazioni, guide e quant’altro) è la revisione degli articoli che sono stati inseriti già da un po’ sul sito.

Innanzitutto è buona norma ogni tanto dare un’occhiata al testo in generale, per verificare che non ci siano errori di battitura o grammatica. Può capitare che un giorno abbiamo pubblicato qualcosa di fretta, che eravamo distratti e che qualcosa ci è sfuggito (non dovrebbe capitare ma siamo essere umani). A distanza di qualche mese potremo dunque accorgerci di errori da correggere. Rimuoverli rivedendo il testo e cliccando con vigore sul tasto aggiorna darà una bella rinfrescata al nostro sito che a Google piacerà parecchio. Non solo: considerate la possibilità di tanto in tanto di integrare degli articoli aggiungendo corpose parti di testo. Non importa se le aggiungete ad inizio articolo, al centro o alla fine.

La revisione di un articolo, aumentandolo di dimensioni e quindi di informazioni e conseguentemente di parole chiave, dirà a Google due cose: che abbiamo cura del nostro sito e che controlliamo periodicamente contenuti scritti tempo prima, e che arricchiamo le pagine o i post di informazioni nuove e utili per gli utenti, e che dunque non c’è il rischio di contenuti datati e ormai inutili. Inoltre, in questo modo i nostri contenuti nel tempo diventeranno sempre più lunghi e completi. Sappiamo bene come non sia facile scrivere di getto un testo di migliaia di parole. A volte si ha fretta di pubblicare l’articolo e dunque oltre una certa soglia non si riesce ad andare. Aggiungendo un pezzettino alla volta, invece, riusciremo nel tempo ad arrivare a dimensioni considerevoli, senza nemmeno accorgercene. I nostri lettori ci ringrazieranno, e in cambio faremo una bella scalata verso le prime posizioni di Google.

Tags: No tags

Comments are closed.